Progetto di educazione alla legalità, alla convivenza civile, ai diritti ed alla pace.

Progetto di educazione alla legalità, alla convivenza civile, ai diritti ed alla pace.

“Se esiste una possibilità di migliorare la propria vita, dove può cominciare se non a scuola?” P. Roth

“Buoni cittadini” si diventa nel corso della crescita confrontandosi con gli altri, riflettendo sulle nozioni di giustizia, uguaglianza, rispetto e libertà, individuando, imparando e rispettando le regole, intese come frutto di scelte condivise all’interno di una società civile, nell’ambito della quale ogni individuo è chiamato ad apportare il proprio contributo partecipando costruttivamente. Il progetto di educazione alla legalità, alla convivenza civile, ai diritti ed alla pace persegue il fondamentale obiettivo di avviare gli studenti alla consapevolezza del proprio ruolo di cittadini attivi, capaci di esercitare diritti inviolabili e di rispettare doveri inderogabili, nonché di partecipare attivamente alla vita della società di cui fanno parte. Gli studenti devono imparare a conoscersi e a vivere insieme, acquisire senso di responsabilità verso sé stessi e la società, comprendere la necessità di regole per la convivenza, imparare a decidere ed esprimersi liberamente. Far crescere negli allievi i concetti di legalità, fiducia, pari dignità, responsabilità e solidarietà, affinare la sensibilità verso le diversità e le differenze, presentare il multiculturalismo come valore aggiunto della nostra società, perseguire comportamenti di pace e di ripudio della guerra appare imprescindibile in momento storico in cui si avvertono in modo tangibile e troppo spesso cruento “le ferite” procurate alla società civile dalla prolungata disattenzione riservata a tali valori.

PROGETTI SVOLTI

LEGALITA’
Strumenti e attività del Progetto
Il progetto prevede la realizzazione di attività di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva. Quello di Educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva è un tema cui il presidio di Libera di Carmagnola insieme con l’Associazione Libera, dedica molto spazio. L’intento del progetto è di trasmettere e far sperimentare ai ragazzi una serie di valori che hanno lo scopo di agevolare la nascita e lo sviluppo di “soggetti sociali” in grado di fare riferimento alle norme sociali, alle regole del vivere comune e ai principi etici condivisi. I giovani saranno stimolati ad essere responsabili, a comprendere il nesso tra diritti e doveri e tra interessi privati e interessi pubblici, affinchè possano contribuire ad una società più giusta, divenendo punti di riferimento per la lotta alla criminalità organizzata e per il sano sviluppo del proprio territorio. Tale lavoro sarà organizzato partendo dall’esternazione dello stereotipo che i ragazzi hanno interiorizzato riguardo al concetto di mafia, e procedendo con l’affrontare insieme ai minori temi di riflessione quali: omertà, paura, pregiudizi, dignità, rispetto, giustizia, ecc. Si proseguirà poi a fornire una serie di conoscenze, attraverso le varie fonti a disposizione (storiche, legislative, letterarie, video, ecc.), relative a: il sistema democratico italiano, la Costituzione e i suoi principi, la storia della mafia e del movimento antimafia, vecchie e nuove tipologie di reati mafiosi, la confisca e il riutilizzo sociale dei beni della mafia (legge 109/96). Gli studenti saranno stimolati a elaborare sugli argomenti trattati, tali produzioni saranno presentate e riportate sul web.

Le classi seconde hanno partecipato alle GIORNATE DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO organizzate da LIBERA nelle seguenti edizioni
2005 ROMA
2006 Torino
2007 Polistena e Riace (visita a Citta’ Futura)
2008 Bari
2009 Napoli (visita di Scampia con Rosario Esposito La Rossa)
2010 Milano
2012 Lecce e gemellaggio con l’Istituto Flacco di Brindisi (progetto PON)
1013 Firenze
2015 Bologna
2016 Mantova
2018 Foggia
2019 Padova

Progetto TRENO DELLA MEMORIA
L’idea del Treno della Memoria nasce nel 2004 dall’Associazione Terra del Fuoco di Torino, e prende vita dalla fortissima la necessità di ragionare su una vera risposta sociale e civile da dare alle guerre e ai conflitti attraverso l’educazione alla cittadinanza attiva e la costruzione di un comune sentire di cittadinanza europea.
Il Progetto Educativo
Il Treno della  Memoria è innanzitutto un percorso educativo e culturale. Da sempre un’esperienza collettiva unica, un viaggio “zaino in spalle”. Non è una semplice gita scolastica, bensì  un circuito di cittadinanza attiva.
Il Viaggio
Le tante  ore di  viaggio divengono la distanza ed il tempo necessari a distaccarsi  dal  mondo  da cuisiè partiti per la formazione di una vera e propria comunità viaggiante composta dai partecipanti e da unrete di organizzatori ed educatori “alla pari”
I nostri studenti dal 2005 partecipano al progetto. Ad oggi piu’ di 300 studenti hanno potuto compiere il viaggio della Memoria.

Progetto GIORNATA MONDIALE ALIMENTAZIONE
Attraverso il tema proposto ogni anno dalla FAO SI sensibilizzano gli studenti sulle problematiche della povertà, della fame e della malnutrizione nel mondo, sulla sicurezza alimentare e per diffondere diete nutrienti per tutti. L’obiettivo principale è incoraggiare gli studenti , a livello locale, ad agire contro questi problemi.

Progetto 25 NOVEMBRE  Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
E’ una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno.
Da alcuni anni nella nostra scuola si organizzano eventi, laboratori teatrali, mostre , incontri per sensibilizzare su questa tematica –
2016 Mostra in cortile : “Scarpette Rosse “
2017 Film “La sposa bambina”
2018 Laboratorio teatrale con Alma Teatro “Rajo……ciascuno ha la sua stella ”
2019 Laboratorio teatrale “Ti affetto”

Progetto : 10 DICEMBRE ANNIVERSARIO DICHIARAZIONE DIRITTI UMANI
Incontri con Emergency e Amnesty International

Progetto : 27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA (dal 2001)
Per tutti gli studenti visione film, incontro con testimoni, visite a luoghi simbolo della citta’ “Percorso ebraico a Carmagnola”

Progetto :10 FEBBRAIO GIORNATA DEL RICORDO (DAL 2004)
Incontri con storici (Gianni Oliva). Films. Per gli studenti del triennio.

Progetto : 8 MARZO Giornata Internaziole della Donna
Dibattiti, films, incontri con testimoni

Progetto : 25 APRILE – Passeggiata ai cippi della nostra citta’

Progetto INTERCULTURA
Dal 2010 aderiamo alla proposta del Cesedi di passeggiate migranti a Torino. Passeggiate a Porta Palazzo o San Salvario alla scoperta delle Comunita’ migranti e dei luoghi religiosi cristiani,cattolici e musulmani.

Progetto INCONTRI
“L’UOMO CONTEMPORANEO ASCOLTA PIU’ VOLENTIERI I TESTIMONI CHE I MAESTRI, O SE ASCOLTA I MAESTRI LO FA PERCHE’ SONO DEI TESTIMONI “
John Mpaliza – attivista per la pace nel Congo
Alex Zanotelli – missionario comboniano
Don Luigi Ciotti – presidente di Libera
Vittoria Savio – ex insegnante del Baldessano e fondatrice del CAITH a Cusco
Rosario Esposito La Rossa – scrittore di Scampia
Davide Cerullo – scrittore, educatore di Scampia
Monsignor Cesare Nosiglia (Vescovo di Torino)
Don Ermis Segatti – teologo
Estela Robledo – prigioniera politica argentina
Ilda Curti – assessore
Suad Omar – attrice, attivista diritti umani
Isacco Levi – partigiano
Il Coro Moro – coro di richiedenti asilo
Carla Osella – educatrice campi Rom

Log In

11 + 3 =

Create an account